Scegli la lingua Italiano Inglese Seguici sui social network Seguici su Facebook Seguici su Instagram Seguici su Youtube Musei superabili Musei superabili Da Museo a Museo Da Museo a Museo Musei a 4 zampe Musei a 4 zampe Musei on the road
Visita il canale!
Izi.travel
Scarica l'audioguida!

Massa Marittima, una grande estate al museo

Massa Marittima, una grande estate al museo



dal 24/06/2022 al 31/08/2022


I Musei di Massa Marittima sono pronti per una grande estate nel segno dell'arte e della cultura. Sono quattro le mostre in programma. La prima, dal 25 giugno, è una mostra fotografica e si intitola "E di sostanza sferzante" di Laura Priami e Simone Vannelli al Museo della Miniera.  Esposti gli scatti che raccontano il viaggio di due fotografi - lei toscana, lui ternano - nei luoghi abbandonati, definiti di “Archeologia Industriale”. Ambienti che un tempo hanno dato sostentamento alle nostre comunità ora lasciati cadere su sé stessi perché non più funzionali alla crescita della moderna società. La mostra è visitabile al Museo della Miniera dal martedì alla domenica 11 -13 15 -17. Chiuso il lunedì. Al Bar Torrefazione da Gloria, dal lunedì al venerdì 7.30-12-30 – 16.30 -19.00. Il sabato 7.30-12.30. Domenica chiuso. Per appuntamento 3341056632.

Per quanto riguarda l'archeologia il 15 luglio alle ore 18 si aprono le porte del Museo Archeologico Giovannangelo Camporeale con la mostra "Gli ultimi re di Vulci". In esposizione oltre 50 reperti archeologici provenienti dal Parco archeologico di Vulci, rientrati in Italia dopo la loro esposizione al Museo archeologico di Francoforte. Una mostra che racconta il periodo ellenistico e l’ultima fase dell’aristocrazia etrusca di Vulci, prima della conquista romana attraverso i corredi funebri rinvenuti in alcuni sepolcri monumentali. La mostra testimonia i fasti delle famiglie più importanti di Vulci nella complicata fase storica che vide il prepotente arrivo di Roma e il passaggio delle città sotto al dominio romano.

In esposizione a Massa Marittima elementi di oreficeria e altri corredi funebri, tra i quali specchi decorati con miti greci e una coppa tolemaica importata dall’Egitto che rappresenta un unicum e sottolinea come la famiglia aristocratica etrusca a cui apparteneva l’oggetto, aveva avuto la possibilità di mantenere rapporti nel Mediterraneo anche sotto il dominio romano. L’evento espositivo è promosso dal Comune di Massa Marittima in collaborazione con la Fondazione Vulci e la cooperativa Zoe. La mostra sarà visitabile dal 15 luglio tutti i giorni dal lunedì alla domenica nei seguenti orari: dalle 9 e 30 alle 13 e dalle 15 alle 20. Da settembre all’1 novembre il lunedì il museo resterà chiuso e sarà possibile visitarla dal martedì alla domenica. Il costo del biglietto di ingresso al museo per visitare la mostra è di 4 euro, (ridotto 3 euro).

Insieme alla mostra presso il “Bike Garage” si svolgerà un ciclo di incontri dedicati alla mostra con importanti archeologi. Tra questi proprio il 15 sarà ospite Carlo Casi direttore del Parco Archeologico di Vulci, che parlerà dei reperti archeologici in mostra mentre il 25 luglio sarà la volta di Manuele Putti dell'Università di Siena. Lo studioso presenterà le ultime scoperte degli scavi di san Galgano e le prospettive degli studi archeologici sulle Colline Metallifere.

Le altre due mostre sono in programma  il 16 luglio "Bethleem Reborn" al Museo di San Pietro all'Orto, curata dall'associazione Iride e il 14 agosto "I maestri del Mondo" di Adriano Buldrini ancora a San Pietro all'Orto. Attorno a queste mostre è stato organizzato un calendario molto ampio e ricco di collaborazioni, con degli appuntamenti fissi: i mercoledì dedicati ai bambini e alle famiglie con i laboratori al Museo; gli aperitivi e le cene con delitto organizzate insieme all'Enoteca degli Eretici di Monterotondo; Massa Underground in collaborazione con il Gruppo speleologico Massama. 
Per informazioni, tel. 0566906525, email: accoglienzamuseimassa@gmail.com